Associazione

PROGETTO FORMAZIONE CONTINUA

La storia

Nel 1985 nasce l'associazione di promozione culturale "Progetto Formazione Continua" e da quel momento questa sarà la denominazione ufficiale del programma. L'Associazione si prefigge di offrire alle persone adulte e anziane occasioni per aumentare le loro conoscenze nei vari campi del vivere sociale e per acquisire strumenti critici, utili a leggere la realtà della vita quotidiana. Questo per migliorare la qualità della vita e promuovere l'inclusione sociale.

In questi 25 anni di attività, al progetto hanno aderito molte persone (qualche migliaio), con una frequenza media alle lezioni dei vari corsi di 100-250 presenze. (a piè pagina alcune foto "storiche" relative ai primi anni dell'Associazione)

Strumenti

La principale attività è l'organizzazione di corsi brevi (5-6 incontri) su temi di attualità e con un forte impatto nella quotidianità, secondo un approccio interdisciplinare. Alle lezioni intervengono di norma docenti dell'Università di Padova o altri esperti. Nei limiti delle disponibilità, si organizzano gruppi di approfondimento e laboratori, in risposta ad interessi specifici.

 

Nuovo corso
Dopo più di vent'anni di attività, articolata prevalentemente intorno a corsi di formazione e dopo due anni di interruzione, il "progetto" ha ripreso il percorso, rinnovando e aggiornando i propri obiettivi, anche sulla base dei cambiamenti più significativi intervenuti in questi anni:
- la formazione continua è sempre più riconosciuta come modalità di sostegno all'invecchiamento attivo;

 

L'invecchiamento attivo non è un obiettivo soltanto individuale, ma è un vero e proprio obiettivo delle politiche, per le quali sono chiamati ad intervenire i vari portatori di interessi presenti sul territorio.In quest'ottica l'associazione riprende la propria attività, articolandola su tre direzioni: 
1. lo svolgimento dei corsi di base, finalizzati ad accrescere le conoscenze e ad acquisire strumenti di lettura della realtà della vita sociale e della vita quotidiana;
2. l'organizzazione di laboratori tematici in collaborazione con l'Università;
3.la partecipazione a progetti europei in materia di lifelong learning, per sviluppare confronti e per contribuire a programmi di ricerca.

L'Associazione è stata partner (negli anni 2008 e 2009) in un progetto europeo Grundtvig (capofila l'Università di Padova, dipartimento di Psicologia generale e projetc manager Agfol di Venezia Mestre), dal titolo "Cross Ages". Il progetto prevedeva l'elaborazione di modelli integrati di formazione, basati sugli scambi intergenerazionali, finalizzati all'invecchiamento attivo e alla promozione di inclusione sociale.

 

Programmi operativi
Per dare maggiore efficacia agli obiettivi sono previste alcune azioni operative; e precisamente: 
a) lo sviluppo di relazioni con altre associazioni che si occupano di formazione continua e di invecchiamento attivo; 
b) la ricerca di partnership con enti e organismi territoriali che condividano le finalità, anche per sostenere nuovi progetti e acquisire nuove risorse.